[RECENSIONE NDS] Pokémon Versione Nera & Bianca


Titolo: Pokémon Versione Nera & Bianca (ポケットモンスターブラック&ホワイト, Poketto Monsutā Burakku & Howaito)

Piattaforma: NDS

Genere: jRpg a Turni

Sviluppatore: Game Freak

Publisher: Nintendo

Multiplayer: 1-5 (Locale e WiFi)

Lingua: Italiano

Data di Rilascio: 18/09/2010(JAP) – 04/03/2011(EUR) – 06/03/2011(USA)

 

Correva  il 1995 in Giappone, quando un certo Satoshi Tajiri dava alla luce ciò che gli avrebbe fruttato miliardi su miliardi in tutto il mondo di lì a poco fin nell’immediato presente, i Pocket Monsters, conosciuti ai più come Pokémon. L’idea di base pone le sue radici nel “Collezionismo di Insetti” molto in voga tra i bambini giapponesi, ma si concretizzò solo nel Febbraio del ‘96 con l’uscita di Pokémon Rosso e Pokémon Verde (quest’ultimo mai uscito dai confini giapponesi) e nell’ottobre dello stesso anno con Pokémon Blu. Sbarcati in occidente, rispettivamente in America nel ’98 e in Europa nel ’99, furono un successo clamoroso ed immediato, che mieté consensi di pubblico e critica in ogni dove. Dopo qualche passo falso in 3° e 4° Generazione, oggi nel 2011, a distanza di 15 lunghi anni dalla loro prima incarnazione nipponica e di ben 4 generazioni, giungono in occidente i titoli di 5° Generazione nelle colorazioni Bianco e Nero e la domanda sorge spontanea: i ragazzi di Game Freak son riusciti a risollevare le sorti di questa serie che, nonostante sguazzi oramai da qualche anno nel trito e ritrito, riesce ancora a raccogliere consensi più che positivi e farci rivivere le prime 2 indimenticabili generazioni o questa volta si è toccato davvero il fondo? Proseguite nella lettura per scoprirlo…

La regione di Unima in tutta la sua bellezza!

Nuova Partenza, Nuova Regione e finalmente una Vera Storia!

Sin dal principio la saga dei mostriciattoli tascabili più famosi al mondo non ci ha mai abituati a storie mozzafiato cariche di intrigo e di mistero. Questo perché di generazione in generazione bastava catapultare il giocatore in una regione nuova di zecca, piazzargli contro un Team di cattivoni nuovo di zecca e condire il tutto con 100 e passa nuovi mostriciattoli tutti da scovare, catturare ed allenare. Tuttavia, se ciò è stato fatto egregiamente nelle prime 2 generazioni, facendo in parte dimenticare, complice anche il fattore “novità”, la mancanza di una trama e di personaggi più o meno ben definiti, nelle successive due la cosa ha cominciato a pesare di più, vuoi l’invecchiamento del concept, vuoi la mancanza di vere e proprie novità di rilievo. Giunti alla 5° partenza nel mondo dei Pokémon le cose son fortunatamente cambiate.

Nella regione di Unima verremo messi alla guida di un giovane adolescente in età pre-adulta (e non più un adolescente appena svezzato) alle prese con una trama di tutto rispetto (tenendo sempre presente il target del prodotto) dalle tinte decisamente più adulte e coinvolgenti, sottolineata in alcune parti da una maggior dose di filmati realizzati con il motore grafico di gioco. Il Team antagonista (qui denominato Team Plasma) infatti, oltre ad avere un aspetto decisamente più accattivante e caratterizzato con uniformi che strizzano l’occhio alle vesti Templari, sembra avere questa volta anche un movente più nobile e libertino: la completa ed assoluta emancipazione dei Pokémon dal mondo umano. Nulla di particolarmente innovativo e rivoluzionario insomma, ma, sicuramente, è encomiabile la decisione da parte degli sviluppatori di ascoltare i desideri dei fan, che chiedevano a gran voce di essere maggiormente motivati ad andare avanti nell’avventura, oltre il classico Cattura-Combatti-Vinci la Medaglia” a cui la serie ci ha da sempre abituati. Inoltre, le novità non si limitano al reparto “antagonisti”, ma anche a quello “alleati”: avremo dalla nostra, per la prima volta non uno, ma ben due amici/rivali che ci faranno compagnia durante i nostri pellegrinaggi in lungo e in largo per Unima, la dolce Bell e il risoluto Komor, nonché un misterioso e quanto mai atipico Rivale con la R maiuscola, di nome N. Che altro aggiungere…Benvenuti ad Unima!

Ecco i 3 Starter: Snivy, Tepig e Oshawott. Quale sceglierete?

Ricomincio da 494…anzi no, da 000!

Dove eravamo rimasti nella precedente generazione? Ah sì, con un Pokédex che ha raggiunto la bellezza di 493 diversi tipi di Pokémon! Che dire, una cifra a dir poco allucinante…ok, resettatela completamente!!!

Sì, avete capito benissimo: la prima cosa che un qualsiasi acquirente si domanderebbe, giunti alla 5° Generazione di un gioco del genere, è “ma a quanti Pokémon arriveremo ora” e “come distribuiranno un numero di Pokémon ancor più elevato”? La risposta la conoscete già!

Primissima, e aggiungeremmo sorprendente, novità di questa Nuova Generazione è il Reset Totale di tutti i Pokémon fino ad ora conosciuti! Addio solito Rattata nell’erba appena fuori dal villaggio di partenza, addio soliti Zubat e Geodude nelle Grotte, e benvenuti  156 nuovi Pokémon (cifra che rende questa generazione, quella con il numero di mostriciattoli tascabili più alto) tutti da scoprire e collezionare, senza che nessuno delle passate generazioni spunti fuori a disturbare le nostre scorribande. I ragazzi di Game Freak hanno ben pensato di ricreare alla perfezione l’atmosfera di “novità” e totale “immersione”, che permeava la primissima generazione, ancor oggi la preferita dai fan insieme alla seconda, piazzando sulla strada dei neo-allenatori solo Pokémon di 5° Generazione. Il risultato è a dir poco sublime! La sensazione di non saper cosa spunterà da un momento all’altro nell’erba alta, lo stupore nel vederci di fronte una creatura che non conosciamo e lo smarrimento su quale tattica utilizzare, insomma tutte sensazioni che mano a mano, titolo dopo titolo, erano andate perdute, ora si ripresentano più in forma che mai. E i vecchi Pokémon, vi chiederete voi? Tranquilli, perché terminata la Story-Line principale cominceranno a rispuntare in ogni dove, proprio come nei titoli passati, pronti per essere catalogati nel consueto Pokédex Nazionale che, come da tradizione, riceveremo una volta conquistata la Lega. Ma l’operazione di “ritorno al passato” attuata dagli sviluppatori non si limita di certo a questo.

Ricordate che un tempo l’uso delle MN e MT (Macchine Nascoste e Macchine Tecniche, oggetti tramite i quali si possono insegnare tecniche inedite e non ai Pokémon, purché siano compatibili) non era così invasivo e irritante come nelle ultime 2 generazioni ? Bene, gli sviluppatori hanno ridotto il numero di MN (che ricordiamo, una volta apprese, erano difficilmente sostituibili a differenza delle MT) e, cosa più importante, hanno nettamente ridimensionato la loro influenza ai fini esplorativi. Infatti, per portare a termine l’avventura principale, ne saranno necessari poco più di un paio e per poche isolate occasioni, delegandone un uso più concentrato nel Post-Game! Inoltre, le sorprese non si limitano alle sole MN, ma anche alle MT, che in questa 5° incarnazione diventano addirittura infinite! Una volta insegnata una data tecnica ad un mostriciattolo, la MT non andrà perduta, ma sarà sempre disponibile per futuri utilizzi. Tutto ciò ha reso possibile un netto margine di miglioramento del sistema di gestione dei Pokémon e delle proprie risorse, non costringendo a sperimentazioni preventive, o, cosa molto comune tra i giocatori, a delegare un proprio Pokémon alle sole MN.

Un piccolo assaggio della moltitudine di nuovi Pokémon che si potranno incontrare.

A questo processo di “snellimento”, possiamo aggiungere la totale rimozione della Coltivazione delle Bacche (qui limitata al solo Dream World, come vedremo più avanti) e delle Gare Pokémon (quelle con i Fiocchi per intenderci), qui rimpiazzate da un più divertente PokéMusical, una sorta di competizione alla “Talent Show” sita in una delle città di Unima, in cui dovremo prima agghindare i nostri tascabili compagni e poi aiutarli ad esibirsi sul palcoscenico, con lo scopo di raccogliere quanto più consenso di pubblico possibile (sia in Singleplayer che in Multiplayer Locale). Per facilitarci nell’impresa sarà necessario trovare e collezionare i tanti Strumenti Musical sparsi per la regione, e i nostri sforzi saranno premiati con ulteriori strumenti, oggetti rari e altrimenti introvabili. Questi cambiamenti lasciano poco spazio a tempi morti, qui ridotti all’osso, rendendo l’esperienza di gioco molto più fluida e scorrevole, senza inutili fronzoli a diluire fin troppo l’esperienza come nelle passate generazioni, i quali ne hanno decretato il calo qualitativo. D’altro canto però, non possiamo non constatare che tali assenze potranno non piacere a tutti, e che, soprattutto durante la Story-Line principale, la sensazione di poter solo andare avanti, spediti nella raccolta delle Medaglie, è un tantino vincolante.

A questo punto vi starete chiedendo: cosa è possibile fare oltre a combattere, catturare nuovi Pokémon e conquistare le Medaglie? Semplice, un’infinità di altre cose, tutte prescindibili dall’avventura principale e localizzate per lo più nella natura Multiplayer del titolo e nel Post-Game. E che Post-Game! Pensate che un buon quarto di mappa sarà accessibile solo una volta portata a termine la trama principale, la quale una volta chiusa ne aprirà una seconda di dimensioni ridotte. Ma andiamo con ordine.

Come da tradizione, ogni nuovo gioco Pokémon presenta una nuova tecnologia Pokémon: qui la novità si chiama C-Gear, strumento che occuperà i nostri touch screen, da un dato momento dell’avventura in poi, cuore pulsante Multiplayer del titolo. Tramite tale strumento potremo accedere a tutte le funzioni principali offerteci dal gioco, oltre che controllare lo stato di carica della batteria dei nostri DS, l’orario e la posizione di eventuali allenatori presenti nelle nostre vicinanze. Mai, scambi e lotte Pokémon son stati così rapidi ed immediati come ora, dove basterà addirittura avvicinare le due cartucce tra loro, affinché si rilevino tramite infrarossi per uno scambio immediato dell’amato/odiato Codice-Amico o per un simpatico, quanto inutile, Controllo di Affinità . Restano comunque disponibili il classico scambio del Codice manuale, e la zone Wireless e Club-WiFi nei Centri Pokémon. A proposito di questi ultimi, c’è una novità anche per loro. Centri Pokémon e Pokémon Market diventano, in queste versioni, una cosa sola! Niente più spostamenti da un edificio all’altro per curare i nostri amichetti e comprare le pozioni, tutto sarà fattibile in un unico luogo.

Uno sguardo ravvicinato al C-Gear...cosa vorrà il losco tipo del Team Plasma che parla?

Tornando alle possibilità offerte dal C-Gear, c’è da menzionare l’Intramondo, un isolotto posto al centro di Unima raggiungibile solo tramite il nostro gioiellino tecnologico, che ci permetterà di entrare nel mondo di gioco di un eventuale allenatore nei dintorni (sì, purtroppo, funziona solo in Locale), per aiutarlo in missioni cooperative, le quali ci premieranno con abilità uniche e con la crescita del luogo “esclusivo” della nostra versione, la Città Nera o la Foresta Bianca. Inoltre, si potrà accedere al Bosco Intramondo in cui potremo catturare Pokémon vecchi e nuovi , che avremo però, incontrato precedentemente nel Dream World, la prima delle due novità legate alla vera rivoluzione di questa generazione: il Pokémon Global Link. Trattasi di un server in rete, a cui son strettamente connessi i due nuovi giochi, e che permetterà una maggior interazione tra gli allenatori di tutto il mondo. Le due funzioni legate ad esso sono il già accennato Dream World e il Global Battle Union. Con il primo potremo addormentare un Pokémon in nostro possesso, che verrà catapultato in una casetta nel mondo dei sogni. Qui potremo arredarla come più ci aggrada, coltivare le famose bacche (assenti nel gioco principale), oltre che incontrare tutti gli altri Pokémon addormentati dagli altri allenatori, che potremo poi catturare nel già accennato Bosco Intramondo. Il secondo invece ci permetterà di scalare una classifica a punteggio o di utilizzare il nuovo Abbinamento a Caso, facendoci scontrare con le centinaia di allenatori sparsi per il globo, senza l’ausilio del Codice-Amico, oltre che a partecipare a Speciali Eventi organizzati di tanto in tanto per noi giocatori. Chiudono le possibilità online offerte dai titoli, la Global Trade Station (GTS) presente già nella precedente generazione, con cui è possibile fare scambi con il resto del mondo senza l’ausilio del Codice-Amico, e l’Interpoké con cui potremo fare delle videochiamate (o semplici chiamate in caso non si possegga un DSi o DSiXL) con i nostri amici allenatori.

Anche sul fronte “scelta della versione” ci sono delle piccole novità: per la prima volta in un gioco Pokémon, le differenze tra una versione e l’altra non si limiteranno al Leggendario di turno e alla manciata di Pokémon esclusivi per l’una e l’altra versione, ma a qualcosa di completamente diverso. Pensate, che a seconda del titolo scelto avrete accesso ad un luogo del tutto esclusivo! I possessori della Nera versione potranno visitare la Città Nera, città ultratecnologica con negozi  dagli oggetti altrimenti introvabili e dove potrete sfidare allenatori con Pokémon delle passate generazioni esclusivi. Mentre i possessori della Bianca versione potranno visitare la Foresta Bianca, incantevole anfratto boscoso, dove poter catturare alcuni dei Pokémon più rari delle passate generazioni, altrimenti introvabili.

Siamo infine giunti, alle ultime novità di questa corposa generazione, quelle legate alle Battaglie. La prima cosa che salterà all’occhio, iniziata la prima battaglia, è che i Pokémon finalmente hanno preso vita! Sì, avete capito benissimo, finalmente i nostri beniamini si muoveranno in battaglia facendo sfoggio di animazioni varie quanto curate, non appesantendo minimamente la velocità della lotta. Inoltre saranno presenti due nuove tipologie di lotta: la Lotta in Triplo e la Lotta a Rotazione! La prima, presente prevalentemente nella versione Bianca, sarà la naturale evoluzione della Lotta in Doppio introdotta nelle passate generazioni. Questa aggiungerà non poco tatticismo alle battaglie, a partire dalla posizione da noi scelta per i Pokémon, dato che i mostriciattoli potranno attaccare (e subire l’attacco) solo l’avversario di fronte e quello subito a lato, cosa che porrà importanza vitale al Pokémon centrale che potrà attaccare tutti, ma nel contempo essere attaccato da tutti. La seconda invece, presente nella versione Nera, porrà tre Pokémon su di un disco rotante, che, all’attivo, permetterà uno scontro “uno contro uno”. Il bello verrà quando, prima di un eventuale attacco, noi (così come l’avversario) potremo ruotare il disco e cambiare il Pokémon attaccante, così da mischiare continuamente le carte in tavola. Chiude la parentesi “Battaglia” il Metrò Lotta, sostituto della precedente Torre Lotta, in cui potremo dilettarci in tutti gli stili di combattimento sia in Singleplayer che in Multiplayer Locale e WiFi.

Una delle nuove e suggestive inquadrature...il molo della fiorente Austropoli.

Poké-Tecnica da vendere!

Giunti oramai al termine del ciclo vitale del nostro amato Doppio Schermo, non possiamo che constatare come le migliorie presenti a livello grafico sono ben poca cosa rispetto ai precedenti remake di Oro e Argento. Il tutto è stato ritoccato e ridefinito per sembrare più bello e colorato che mai, ma i tocchi di classe ovviamente non mancano. Questi si presentano in svariate occasioni, primo fra tutti non appena metterete piede nel nuovo Centro Pokémon, e il risultato è davvero da restare a bocca aperta. Non vi anticipiamo nulla per non rovinarvi la sorpresa (e perché il vedere in prima persona, alcune particolari riprese e scorci di paesaggio, è meglio di un’infinità parole), ma vi assicuriamo che ne resterete estasiati. Il tutto è condito dalle già accennate cut-scene, che impreziosiranno le scene di maggior impatto.

Inoltre, è stato ampliato ulteriormente il concetto di tempo, adesso non limitato al solo alternarsi del giorno e della notte, ma delle quattro stagioni! A mesi alterni, si susseguiranno la Primavera, l’Estate, l’Autunno e l’Inverno, andando a modificare non solo l’aspetto di Unima (regalando una considerevole varietà grafica al titolo), ma anche le abitudini degli stessi Pokémon. Infatti, sarà possibile scovare Pokémon di ghiaccio, ad esempio, maggiormente nelle stagioni fredde, viceversa quelli di fuoco, maggiormente nelle stagioni calde, e così via. Non mancheranno effetti grafici di grande impatto, nonché maggior varietà nelle texture, alcune anche ai fini di gameplay. Ad esempio, ci saranno zone erbose più scure, che segnaleranno la presenza di più Pokémon selvatici, e quindi una probabilità più alta di una Lotta in Doppio selvatica. O ancora, mentre navigheremo a pelo d’acqua, di tanto in tanto si presenteranno dei piccoli mulinelli che faranno partire una lotta con un Pokémon particolarmente raro, o ancora delle nuvolette di terriccio nelle grotte.

Una delle dinamiche battaglie Pokémon di nuova generazione!

Il tutto però non è esente da piccoli difetti. In Battaglia, ad esempio, se da un lato potremo godere delle ottime animazioni dei nostri compagni e di movimenti di telecamera d’effetto, dall’altro farà storcere il naso la qualità degli sprite degli stessi, soprattutto quelli in nostro possesso, che appariranno troppo zoomati e sgranati (soprattutto con un DSiXL). Altri piccoli difetti di aliasing potremo notarli durante i nostri pellegrinaggi per Unima.

Il Sonoro, oltre a presentarci i vecchi brani classici della serie, ne presenta molti nuovi fatti apposta per l’occasione, che ben si sposano alle varie città o all’atmosfera di alcuni momenti di gioco. Una menzione particolare va fatta ai temi che accompagnano l’entrata in scena e le battaglie contro il Team Plasma. Per il resto, non ce la sentiamo di premiare ulteriormente il comparto sonoro, perché, a parer nostro, a distanza di ben tre lustri, sentire i Pokémon esprimersi ancora con suoni da simil 8bit è davvero improponibile. Sicuramente avrà il suo effetto nostalgia, ma con i tempi che corrono potrebbe, anzi andrebbe fatto qualcosa di meglio.

Dulcis in fundo, inutile dirvi che, una volta inserita la cartuccia nei vostri fidi DS, non la toglierete per davvero tantissimo tempo. La sola Story-Line principale vi terrà impegnati per oltre 25/30 ore, ma sarà con l’abnorme Post-Game e lo sconfinato comparto Multiplayer che la longevità complessiva raggiungerà tranquillamente le vette dell’infinito. Questo a patto, che la vostra passione e smania per i mostriciattoli tascabili sia abbastanza forte da poter vincere l’oscuro nemico chiamato “Noia”, che potrebbe assalirvi in caso per assurdo, non siate muniti di connessione internet (quindi Multiplayer quasi azzerato), o nel caso siate dei completisti amanti del Singleplayer, e magari non sopportaste l’idea, che per ottenere tutti i Pokémon e completare ogni cosa al 100% sia necessario una dose massiccia di scambi, eventi e situazioni Multiplayer.

Reshiram e Zekrom, i due leggendari pronti a darsi fuoco e fulmini!

Conclusioni:

Finalmente, il tanto agognato salto generazione c’è stato (o quasi) con questi Pokémon Versione Nera & Bianca, per gli sconfinati motivi fino ad ora elencati. La formula di gioco ha raggiunto picchi di invidiata bellezza e oramai, l’unico motivo di ulteriori remore è, a nostro avviso, una profonda antipatia verso queste simpatiche creaturine, che ammettiamo possano non piacere a tutti. Ma siete avvisati: mai, come in questa generazione, il confine tra “capolavoro” e “giochino per bambini” è così netto e indiscutibile. Rischiate di lasciarvi sfuggire uno degli ultimi validi jRpg che il DS potrà offrirci, nonché uno dei più validi e profondi di questa generazione.

 

PRO:

+Story-Line principale con i soli 156 Pokémon di nuova generazione;

+Finalmente una trama degna di questo nome;

+MN meno invasive, ed MT infinite;

+Animazioni in Battaglia e telecamere suggestive;

+Struttura di gioco “snellita” e fluida…

+Comparto Multiplayer Online e Locale infiniti;

CONTRO:

-Alcune imperfezioni grafiche e lieve effetto aliasing;

-I Pokémon non hanno ancora versi, fanno rumori;

-…che non a tutti potrebbe piacere;

-Completismo ancora troppo legato al Multiplayer;

 

TRAMA & PERSONAGGI: 6

La trama dei giochi Pokémon è sempre stata piuttosto accessoria. Tuttavia questa volta gli sviluppatori hanno voluto sorprenderci anche da questo punto di vista, presentando una trama certamente non ai livelli dello standard delle produzioni jRpgistiche, ma per lo meno più stimolante e con spunti di sicuro impatto. Girovagare per la regione di Unima non si limiterà ad un “Cattura-Combatti-Vinci la Medaglia”, ma sarà condito da personaggi più o meno caratterizzati (soprattutto gli antagonisti) e delle tematiche un tantino più importanti.

GRAFICA: 8

Con il mancato consueto salto generazionale (sì, perché per la prima volta vengono realizzate 2 Generazioni Pokémon sulla stessa console), l’upgrade grafico è stato, per ovvi motivi, limitato. Il motore grafico è preso di peso dai precedenti remake di Oro/Argento e ritoccato a dovere in più punti, offrendo un effetto visivo del tutto nuovo con un maggior e sapiente uso delle tre dimensioni. Inoltre, son state finalmente implementate delle animazioni che danno nuova vita durante i combattimenti, e delle cut-scene che enfatizzano i momenti cardine della trama. C’è ancora però, qualche lieve imperfezione grafica e un leggero effetto aliasing.

SONORO: 8

Brani classici remixati ed altri composti appositamente per questa nuova scoppiettante generazione, rendono la colonna sonora di questo titolo frizzante ed avvincente quanto basta. In alcune situazioni (in primis, quando son presenti gli antagonisti) si son davvero superati, presentando brani davvero azzeccati ed in grado di creare la giusta atmosfera. Peccato per i versi 8bittosi dei Pokémon, divenuti davvero improponibili (a quando dei veri e propri versi? Mah…) nel 2011!

GAMEPLAY: 8,5

Snellimento e fluidità sono le parole chiave per questa nuova versione Pokémon! Il gameplay è stato snellito di tutte quelle attività ritenute superflue o semplicemente diluenti (come il collezionare i fiocchi e la coltivazione delle bacche), facendo concentrare il giocatore sulla quint’essenza di un gioco Pokémon: lo scovare e collezionare il più gran numero di nuovi Pokémon disegnati per una generazione (156, primato prima detenuto dalla prima generazione con 151) e farli combattere in duelli mozzafiato! Ovviamente, non mancheranno attività di contorno (il nuovissimo PokéMusical ad esempio), ma saranno meno centrali ed invadenti che in passato (come anche l’uso delle MN, o le MT che diventano ad uso infinito), e maggiormente concentrati nell’immenso Post-Game.

LONGEVITA’: 9

L’effettiva longevità dei giochi Pokémon è sempre stata un po’ altalenante e discontinua. Per quanto ci siano una marea di cose da fare, come spesso accade il troppo storpia e si finisce presto in confusione e a noia. Questa generazione fa eccezione, presentato un gameplay, come prima detto, snellito e fluido. Ad aiutare questo fattore ci sono un Post-Game davvero enorme (un quarto di mappa sarà esplorabile solo a gioco finito, con una nuova minitrama che si aprirà) ed un comparto Multiplayer Locale ed OnLine di eccezione! Il tutto aggiunto ad una Story-Line principale che si aggira intorno alle 25-30 ore.

VOTO FINALE: 8,5

 

PukkaNaraku X_x


47 responses to “[RECENSIONE NDS] Pokémon Versione Nera & Bianca

  • flashwade

    io sostengo che questo cambiamento a livello grafico sia terribile.
    Robe come il ponte vicino ad Austropoli e la città stessa mi hanno davvero dato fastidio.

    poi sempre ad austropoli, quelle strade con la gente che parla senza interagire….

    • PukkaNaraku

      WHAT?!?
      Ok che i gusti son gusti, ma io invece ho apprezzato tantissimo questo cambio di direzione artistica, dopo più di 15 anni CI VOLEVA un cambio di rotta del genere, almeno sul comparto grafico!
      La gente che parla senza interagire è fatta apposta per simulare una strada affolata e trafficata di gente, rende benissimo l’idea… 🙂

  • flashwade

    oh, meno male che hanno migliorato la realisticità della strada affollata, la comodità non viene minimamente intaccata. xD

    • PukkaNaraku

      Che centra la comodità ora? Si scansano anche in automatico i pedoni che camminano, che vuoi di più? XD
      Poi, da dove hai tirato fuori “realisticità”? Realismo no, eh? XD

  • flashwade

    tre ore per attraversare una strada, per attraversare l’intera città avrei bisogno di tenere il ds attaccato alla corrente.

    • PukkaNaraku

      Ma dai, questo è trovare proprio il pelo nell’uovo, anche perché è l’unica città con quell’effetto, quindi NON ci si può/deve lamentare (e pur se fossero state tutte così (cosa che magari mi sarebbe anche piaciuta, per fare davvero un salto di qualità rispetto ai precedenti giochi), sarebbe stato cmq un bel passo avanti, molto ben accetto da parte mia e di chi vuol vedere la serie rinnovarsi sempre più)!!! Anzichè apprezzare lo sforzo di rinnovare un brand storico, si cerca sempre di smerdarlo…non fanno nulla e tutti a dire “ma che balle, è sempre lo stesso gioco”, rinnovano e tutti a puntare il dito su un mero abbellimento estetico monolocalizzato! XD

  • Rion

    Non sono d’accordo in paio di punti: il sonoro oltre ad avere una qualità audio buona, gode pure della, forse, migliore ost della saga e la questione mn invasive c’è fin dal primissimo titolo, raggiungendo l’apice col secondo, dove non solo le mn ma anche le mt servivano fuori dalla lotta. Ma a parte questo, m’è piaciuta e l’ho trovata ben scritta e scorrevole.

    Comunque flash le strade affollate son due in tutto il gioco, ora anche a me non son piaciute particolarmente, ma da qui a farne un difetto ce ne passa asd

    • PukkaNaraku

      Ma infatti, il sonoro l’ho elogiato (io ho apprezzato particolarmente le musiche che accompagnavano gli antagonisti), ma alla fine non è nulla di eccezionale (salvo qualche brano)…e i versi dei Pokémon, per quanto ancora li apprezzi, vorrei prima o poi un bel salto di qualità (sentire pikachu dire “pikachu” ad esempio XD)!
      Che la questione delle MN invasive ci sia dal primo episodio (cosa non vera cmq, a parer mio) non toglie che sia un difetto, molto limato in questa generazione!
      Ti ringrazio per i complimenti! 😉

    • flashwade

      @Rion, mi da fastidio che queste “particolarità”aggiunte rispetto ai precedenti capitoli vengano in generale spacciate per pregio.

      • PukkaNaraku

        Vengono spacciate come pregi, perché se visti per ciò che sono (abbellimenti grafici per rinnovare un po’ lo stile grafico che ristagna da più di 15 anni, dando un taglio particolare ad alcune scene), fanno la loro porca figura! Poco importa se allungano giusto un POCHINO la durata delle scorribande per QUELL’UNICA CITTA’!!!
        E’ più strano vedere come ti ostini a trovare il pelo nell’uovo, perché quello è, lo sai vero? 😀

  • doctorwho10th

    Bellissima recensione! Non so ancora dare il mio parere e forse è meglio se mi astendo visto che non sono mai stato un appassionato di Pokèmon, è come se abbia mancato di uno o due anni il boom generazionale del Game Boy con la prima generazione. Anni dopo ho provato a giocarli, ma da appassionato di giochi di ruolo mi irritava che ogni singolo personaggio parla soltanto di Pokèmon, che non c’era un background al di là dei Pokèmon stessi. Però, sia chiaro: riconosco il potenziale di questa serie, il monster breeding più appagante che esista, il desiderio di collezione e l’epicità della preparazione di un party per battaglie importanti.

    Invece ero un grandissimo fan del gioco di carte, con cui ho trascorso ore ed ore con il mazzo di un mio amico ed è da lì che ho praticamente conosciuto i Pokèmon. Perciò, vedere che in Nero sono praticamente tutti nuovi toglie quel desiderio nostalgico di rivedere creature storiche (ma lo comprendo bene: c’è Heartgold uscito da poco, qui era giusto fare una svolta generazionale).

    Posso dire che con questa bella recensione, la mia curiosità è salita alle stelle. Bravo!!!

    • PukkaNaraku

      Ti ringrazio infinitamente, i tuoi complimenti son sempre così pucciosi! ^_^
      Immaginavo che invece, un masticatore dei bei gameplay come te, apprezzasse anche il monster breeding per eccellenza! Peccato davvero.
      Dal mio canto, a dir la verità, avendo saltato 3°/4° generazione (non riuscivo proprio a giocarli) e parte della 2° (per lo stesso motivo. Sarà che il primo me lo son talmente consumato insieme a Giallo, che m’è venuta la nausea poi XD), ho apprezzato particolarmente questa, che mi ha dato un senso di Deja-Vù davvero appagante!
      Piuttosto tu, quando mi farai leggere i primi articoli sul tuo Blog? :p

  • hackerrobs

    Complimenti per il blog, mi sono appena iscritto. Già volevo prendere la Versione Nera, ma questo mi ha definitivamente convinto.

    • PukkaNaraku

      Ti ringrazio e Benvenuto nel mio Blog! 🙂
      Non era necessaria l’iscrizione per commentare (può farlo chiunque), quella serve per ricevere tramite email una notifica ogni qual volta io pubblico un nuovo articolo. Beh, ti sarà cmq utile. 😉
      Ottimo, questa nuova generazione Pokémon è semplicemente imperdibile! 😀

  • Ciro

    Innanzitutto rinnovo i complimenti per questa tua recensione. Tra l’altro mi piacciono molto le immagini che hai scelto, soprattutto la prima!!! Ma quant’è bella?? Perchè la mappa non è così anche nel gioco?? XDXD
    Beh, che altro dire su Pokemon Nero e Bianco, se non che è stato un intelligentissimo passo indietro verso i primi pokemon; hanno eliminato saggiamente le innumerevoli cazzate che riempivano le precedenti generazioni (che mi hanno fatto praticamente dannare ihih), le MT sono infinite (alleluia!) e hanno aggiunto delle sfiziosissime animazioni durante i combattimenti (anche se poi il pokemon che usi è tutto sgranato -_-).
    Io l’ho giocato con piacere e mi ha divertito molto, la formula è sì sempre la stessa, ma hanno fatto un ottimo lavoro di pulizia e rifinitura che ti fa pesare di meno questo aspetto.
    Cosa dovrebbero cambiare secondo me?
    1. Quando aggiungete la QUINTA MOSSA???? Calcolando pure MN e MT, per me quattro mosse sono diventate insopportabilmente poche
    2. Forse chiedo troppo, ma non si potrebbero avere pokemon che si muovono davvero?XD

    … mi stai facendo venir voglia di fare il post-game, che ho letteralmente appeso =D

    • PukkaNaraku

      Ti ringrazio per i complimenti, sempre molto ben accetti i tuoi! 😛
      La mappa del gioco sinceramente a me non fa né freddo né caldo, com’è è! XD
      Concordo pienamente con i due punti da te citati: una 5° mossa potrebbero inserirla (l’aver reso infinite le MT non basta del tutto), o magari una sorta di selezione del Move Set tra tutte le mosse apprese dal Pokémon, senza che questi sia costretto a dimenticarne nessuna (lasciando però a sto punto a 4, le mosse equipaggiabili); per le animazioni, vedremo che combineranno nella prossima generazione, prima o poi, son sicuro che assisteremo a qualcosa di più animato (a discapito però, della velocità di battaglia, ma ‘sti gran cazzi dico io XD)! 😀

  • Dunther

    Mmm in occidente Pokémon Rosso e Blu uscirono in contemporanea guarda, basati sul Blu giapponese.

    Il fatto che abbiano tentato di svecchiare il tutto con una trama più curata e meccaniche un po’ diverse non mi dispiace del tutto, però certe cose credo snaturino un pochettino il gioco, come le MT infinite o il non avere nuove evoluzioni/pre-evoluzioni; in ogni caso, pare che comunque il risultato finale sia ottimo, quindi eviterò di lasciarmi intimorire. L’idea delle stagioni mi piace.

    Delle battaglie animate me ne frega poco, del resto già per gran parte del tempo disattivavo le animazioni anche nelle generazioni precedenti, per velocizzare il tutto. Molto più interessante che sia migliorata la grafica nelle fasi esplorative, a mio parere.

    A quanto ho visto dalla ROM jap che provai però, l’interfaccia totalmente touch-based di HG/SS è stata abbandonata, un vero peccato, un passo indietro che potevano risparmiarsi.

    Dici che i Pokémon continuano a fare i loro classici rumori, ed è un peccato, ma non mi aspettavo diversamente. Del resto, solo in Pokèmon Stadium c’erano versi degni di questo nome, che purtroppo non sono mai stati riciclati (sostituirli ai versi 8 bit dei primi 251 Pokémon sarebbe stato fantastico).

    Come fai a criticare il completismo legato al multiplayer? 😀 Pokémon È e sempre sarà un gioco basato sul multiplayer, è per quello che è bello.

    In ogni caso, sono ancora presissimo dalla quarta generazione (la mia preferita dopo la prima, forse), quindi prima che mi giocherò questa ne passerà di tempo, tenendo conto che oltretutto voglio finire il Pokédex. Se nel frattempo uscirà Grigio sarò ben più che felice, se no pazienza, prenderò Nero.

    • PukkaNaraku

      Scusa, quando ho fatto un paio di ricerche per la rece ho frainteso un passaggio di Wiki (quello in cui parlava dell’arrivo in America ed Europa dei due titoli, rispettivamente nel 98 (Amercia) e nel 99 (Europa))…-_-…my bad, provvederò nel correggere! 🙂
      Per quanto riguarda le MT non penso che snaturino granché, anzi, servono a far pesare un po’ meno la questione delle sole 4 mosse del Move Set dei Pokémon; idem per l’assenza di evoluzioni di vecchi Pokémon o di pre-evoluzioni…questa poi non la capisco, la prima generazione ne è sprovvista, non è mai stato un difetto! XD
      La regressione delle novità touch di HG/SS è dispiaciuta tantissimo anche a me…non l’ho trovata molto sensata come cosa!
      La critica al completismo legato strettamente al multiplayer è una critica per metà, e in sede di recensione, ho tenuto a precisarlo, in quanto per gli amanti del singleplayer è effettivamente un difetto (come me)…per altri no. Semplicemente a me piacerebbe poter completare al 100% tutto (Pokédex in primis), senza lo sbattimento di trovare qualcuno con cui fare scambi, e in caso di mancanza dell’online, non vedo perché qualcuno debba buttare i propri soldi per un gioco monco.
      Non capisco, infine, come tu possa apprezzare la 4° generazione…è davvero pessima, a parer mio, forse la peggiore! Però i gusti son gusti, quindi amen! 🙂

      • Dunther

        Sì però è stata anche forzata questa troncatura con gli episodi passati, cioè ci sono due Pokémon che sono palesemente imparentati con Luvdisc e Tauros (per citarti quelli che ho visto, poi non mi sono spoilerato troppo il Pokédex).
        Comunque se vuoi un gioco che puoi finire da solo dovresti guardare altrove 😀 secondo me sarebbe un grossissimo difetto se fosse possibile finire il Pokédex senza scambiare, penso sfanculizzerei la serie, per una questione di principio. E l’online è un must ormai, dai.
        La quarta generazione l’apprezzo principalmente per un motivo: Nintendo WiFi Connection; poter scambiare nuovamente con la gente come accadeva nella prima, non è mica cosa da poco! Poi c’è di nuovo il ciclo giorno-notte, che nella terza era venuto meno; e oltretutto la terza era troppo troppo “solare ed estiva”, per i miei gusti.
        Cos’avrebbe che non va, dopotutto?

        • PukkaNaraku

          WHAT?!? Dove sta scritto che non ci può essere più di una specie di toro o di pesce? Non deve trattarsi per forza di una pre-evoluzione o di un evoluzione (altro esempio è il cerbiatto che evolve in un cervo che strizza l’occhio a Stantler)! Non ci vedo nulla di male.
          Per quanto concerne l’online e il multiplayer, te l’ho già detto, il mio esempio è per assurdo, ma cmq può starci…e credimi non sono l’unico che vorrebbe poter completare il Pokédex da SOLO, senza ricorrere ad espedienti da multiplayer…però ammetto che questa è proprio la natura del titolo, non penso che cambieranno mai quest’aspetto, non ne faccio un dramma! 🙂
          La 4°, come la 3°, è troppo piena di cazzatelle varie che diluiscono troppo il gameplay (per quanto lo varino), non l’ho apprezzata, tanto che l’ho droppata quasi subito e saltata! La migliore, a parer mio, resta la prima (con questa 5°), seguita dalla seconda. 🙂

          • Dunther

            Ho ragione di credere che quei due fossero pensati per essere evoluzioni ma poi ci fu la decisione di troncare e quindi sono diventati indipendenti. Magari mi sbaglio, ma in ogni caso a me fa piacere che arricchiscano il patrimonio genetico di quelli già esistenti 🙂 .
            Potresti cheatare per finirlo da solo, ma sarebbe decisamente poco bello; l’alternativa è prendere una copia dell’altra versione, ma ti servirebbero comunque 2 DS.
            Bho, non so a che cazzatelle tu ti riferisca ma di solito gli extra sono opzionali, e quindi non mi danno fastidio. Alla fine i giochi sono bene o male sempre la stessa solfa, quindi a me sono piaciute tutte le generazioni, per gli stessi motivi. La prima aveva il suo fascino, però era anche molto poco raffinata rispetto alla quarta; la seconda ha fatto passi avanti notevoli, ma ci ho giocato così, per completezza, senza poter fare un singolo scambio, quindi non mi ha divertito. Paradossalmente, ho fatto più scambi nella terza, lol.

          • PukkaNaraku

            Beh, furono in molti a pensare una cosa del genere…poi la sorpresa che, per dare un feeling da reboot alla serie, i nuovi giochi avrebbero avuto solo Pokémon di 5° generazione per tutta la durata dell’avventura principale…non la vedo per niente forzata come cosa e il risultato finale è superbo, in quanto mai una generazione è stata così simile alle vecchie (dalla maggiornaza dei fan considerate le migliori)!
            Giocare con i trucchetti non se ne parla proprio e, anche se avessi 2 DS (cosa che ho), non mi sognerei mai di fare 2 volte il gioco solo per degli scambi…O_O
            Infine, sì, sono delle cose opzionali, ma per un completista come me son d’obbligo, e le bacche, ad esempio, mi facevano venire un’ansia assurda (ricordati dove stavano, annaffiale, poi torna per raccogliere le bacche), ho apprezzato moltissimo lo snellimento della struttura di gioco (per quanto affermi anche, che non a tutti potrebbe piacere)! 🙂

          • Dunther

            Sia chiaro, non mi spiace in sé che abbiano voluto in un certo senso replicare la prima generazione, anzi….
            Neanche a me faceva impazzire la storia delle bacche, preferisco l’irrealistico giardino portatile di Diamante 😀

          • PukkaNaraku

            Giardino portatile di Diamante? Che sarebbe? Cmq sia, in Nero & Bianco le bacche ci sono, ma solo nel Dream World (come avrai leto nella rece)…

          • Dunther

            Ma niente, mi riferisco al piantabacche o come si chiama, quell’oggetto che porti sempre con te dove puoi piantare 5 bacche.
            Ah comunque se noti una maggiore affluenza a quest’articolo è perché ti ho fatto pubblicità sul ritrovo dei pokémaniaci di facebook u.u

          • PukkaNaraku

            Ahh, ottimo quell’oggetto! 😀
            Really?!? Ti ringrazio, sei stato gentilissimo…peccato che nessuno ha voluto postare un commentino, sarebbe stato bello leggere qualcosa scritto da qualcuno di esterno ai forum che frequento. Pazienza. 🙂

  • Sophie

    cavolo è davvero da un sacco di tempo che vorrei provare questo gioco (nonostante i miei 22 anni *ehmehmXD*) ma non ho mai avuto il coraggio di prenderlo in mano…ma grazie a questa recensione (finalmente una fatta bene!) ho deciso che correrò ai ripari il prima possibile 🙂 grazie!

  • Pietro Pirozzi

    non sono mai stato un fan dei pokemon, tuttavia data l’eccellente recensione che ne hai fatto mi spingi ad acquistare il gioco 🙂 credo che riviste come playstation magazine e co avrebbero bisogno di persone come te per le recensioni 🙂

  • James

    la migliore OST della saga,altro che 8.
    e sinceramente non vorrei mai quegli odiosi versi da cartone animato,i versi a parte la vergognosa quarta generazione hanno sempre reso al meglio la natura della bestia,e andava benissimo così.

    per il resto la recensione non è scritta male,ma forse è esageratamente lunga.

    • PukkaNaraku

      Innanzitutto, Benvenuto sul mio Blog! 🙂
      Beh, anche io concordo che sia tra le migliori OST della saga, ma, a differenza tua, vorrei sentire prima o poi qualche verso che sia più un verso e non un rumore polifonico…ecco spiegato l’8, tutto qui! 😛
      Per la prolissità, lo so, ma mi piace essere minuzioso nelle mie recensioni. 😀

      • James

        ci sta che tu non voglia sentire un suono polifonico,non dico questo,è che i versi dell’anime mi fanno proprio pena,quindi tra i due preferisco stare così.se ci fosse un’alternativa di qualità volentieri

        • PukkaNaraku

          Beh, ma i versi dell’anime sono gli unici versi alternativi, oltre che essere ufficiali, e sinceramente a me non dispiacciono minimamente (ce ne sono di pucciosi come di minacciosi, la varietà non manca)! 🙂

        • Dunther

          Come dico sempre, i migliori sono quelli di Pokémon Stadium! Altro che anime che sono infantili e noiosi.
          Sentite qua:






          Sono degli idioti a non averli riciclati, perché ci sono tutti quelli delle prime 2 generazioni (provenendo da Stadium e Stadium 2), e già i versi dalla terza in poi sono accettabilissimi, in quanto non 8-bit.

          • PukkaNaraku

            Sinceramente, continuo a preferire quelli dell’anime…questi qui mi sembrano tutti troppo uguali! XD

          • Dunther

            Ahahaha ma daiii! Sono perfetti questi, sono un compromesso tra il suono originale e uno più animalesco.
            Quegli dell’anime sono…sono…madonna, spero proprio di non sentirli mai nel gioco (a parte il Pikachu di Giallo che ci stava), è la volta buona che inizierò a giocare senza audio XD .

          • PukkaNaraku

            Non sono d’accordo mi spiace…per quanto siano animaleschi questi, mi sembrano troppo tutti uguali! I suoni 8bittosi che ci sono tutt’oggi non li reggo più, perché appunto son suoni e non versi…ecco perché preferisco quelli dell’anime (un misto tra pucciosi e impressionanti)! Poi son gusti eh, immagino che ci siano molte persone che non apprezzano i versi dell’anime (magari, proprio perché non apprezzano l’anime, ma dato che nemmeno io apprezzo l’anime, le due cose non devono necessariamente essere connesse)! 😛

  • Kartoffel

    Un’ottima recensione, complimenti! Non sono perfettamente d’accordo col voto finale ma alla fine quello è solo un numero XD
    Il fatto che abbiano introdotto un po’ di story line mi è piaciuto molto, soprattutto ho gradito il personaggio di N ❤
    In conclusione direi che questa è la mia pokè-generazione preferita insieme alla seconda!

  • John r.

    Ottima recensione, fa ben capire le differenze di questa gen!

  • Moko92

    Abbastanza in accordo con quello che hai scritto nella recensione, anche se francamente la 5° generazione è fino a ora quella che mi è piaciuta meno. La cosa che principalmente detesto di Bianco e Nero sono le ambientazioni “tutto fumo e niente arrosto”. Mi spiego: ho come l’impressione che abbiano tagliato assai nell’aspetto esplorativo (dove sono quelle grotte e quei meandri nascosti e misteriosi delle prime tre generazioni?) aggiungendo però ambientazioni più grandi, visivamente spettacolari, ma essenzialmente inutili. I ponti di Unima e la città di Austropoli ne sono un esempio lampante. Inoltre hanno dato troppo ma troppo spazio all’online secondo me, a discapito del single player. Io che l’online non lo adoro particolarmente e che della serie amavo specialmente le fasi esplorative, mi sono ritrovato decisamente deluso e spiazzato. E Bianco 2 e Nero 2 (che ho già giocato) peggiorano ulteriormente questa mia sensazione, infatti sto facendo una fatica immane a completarli. Aspetto con ansia una tua recensione dettagliata come questa anche per i due sequel eh! 😉

    • PukkaNaraku

      Grazie per il corposo commento e Benvenuto nel mio blog! ^_^
      Ti ringrazio per i complimenti, ma, onestamente, non concordo con la tua affermazione (come si può evincere dalla recensione): imho, le ambientazioni di Unima sono belle, vive e grandi, per niente inutili come affermi. Certo, Austopoli è fatta apposta per suscitare il WOW nei videogiocatori, ma personalmente l’ho trovata anche molto divertente da esplorare…idem per tutte le altre ambientazioni (la Grotta Elettrica su tutte, stupenda). Non noto un calo, come l’hai avvertito tu. Sulla questione Online concordo, nemmeno io ci vado dietro (si evince sempre dalla review), ma è la naturale evoluzione del concept base dei giochi Pokémon, che fin dal primo puntavano MOLTO sul multiplayer (con scambi, lotte e quant’altro)…per dire, se Internet e l’online dei giochi fossero stati preponderanti già 15 e più anni fa, non penso che ci sarebbero state differenze con oggi. Dispiace per chi come me e te predilige il singleplayer, ma, amen, dobbiamo farcene una ragione.
      Quanto ai due sequel, dubito li recensirò a breve…la moda Pokémon, al momento, mi è passata ed i due sequel non mi attirano minimamente…magari, un giorno, chissà… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: